trattamento del cancro endometriale (pdqто): trattamento [] -Stage i cancro dell’endometrio

Uterini istotipi sieroso hanno più alti tassi di recidiva di quanto non facciano altro stadio I endometrioidi carcinomi. I risultati in serie di caso istituzionale che utilizzano una politica di adiuvante carboplatino più paclitaxel, la radioterapia di tanto in tanto tra cui, per questo sottotipo istologico, sono stati pubblicati e costituiscono la base di linee guida di gestione. [1, 2, 3, 4, 5, 6, 7] Il Gynecologic Oncology Group (GOG-0249 [NCT00807768]) di prova è confrontare questo regime chemioterapico a radiazione pelvica.

Ogni donna dovrebbe avere un esame pelvico regolare e Pap-test, che verifica un campione di cellule del collo dell’utero per le anomalie. Insieme, queste procedure rilevare il cancro cervicale 95% del tempo, spesso a lungo prima che la malattia produce sintomi; Se il Pap test è anormale, il medico può provare di nuovo. Recentemente, alcuni medici hanno iniziato a testare per HPV al momento del Pap striscio. Se un tipo ad alto rischio di HPV si trova nelle donne con Pap Test anormale, i medici sono più inclini a fare una colposcopia (esame ingrandita …

Un intervento di isterectomia totale e annessiectomia bilaterale dovrebbe essere fatto se il tumore

Selezionati linfonodi pelvici possono essere rimossi. Se sono negativi, nessun trattamento post-operatorio è indicato. trattamento postoperatorio con un cilindro vaginale è sostenuta da alcuni medici. [8]

Per tutti gli altri casi e tipi di cellule, un campione nodo periaortica pelvico e selettivo dovrebbe essere combinato con il totale isterectomia e annessiectomia bilaterale, se non ci sono controindicazioni mediche o tecniche. Uno studio ha trovato che la dissezione nodo di per sé non ha significativamente aggiungere alla morbilità complessiva di isterectomia. [9] Mentre la radioterapia riduce l’incidenza di recidiva locale e regionale, il miglioramento della sopravvivenza non è stata provata e gli effetti tossici sono peggiori. [10 , 11, 12, 13, 14] I risultati di due studi randomizzati sull’uso della radioterapia adiuvante nei pazienti con malattia in stadio I non hanno mostrato un miglioramento della sopravvivenza, ma hanno mostrato ridotti recidiva loco-regionale (3% -4% contro il 12% -14 % dopo 5-6 anni di follow-up mediano, P <.001), con un aumento degli effetti collaterali [13, 15, 16] [Livello di evidenza: 1iiDii]. I risultati di uno studio da parte del cancro dell'endometrio gruppo danese suggeriscono anche che l'assenza di radiazioni non migliora la sopravvivenza dei pazienti con stadio I, malattia a rischio intermedio (grado 1 e 2 con> 50% invasione miometriale o di grado 3 con